Tra le tante livree che hanno rivestito i treni italiani negli ultimi anni, una merita senza dubbio una citazione particolare per essere stata tra quelle meno diffuse.

Stiamo parlando della prima cromia dedicata per il Leonardo Express, il collegamento diretto tra la stazione di Roma Termini e quella di Fiumicino Aeroporto.

Questa livrea, tanto appariscente quanto effimera, vide la luce nel 2005 e si contraddistingueva per un fondo blu scuro con degli innesti gialli che trovavano sbocco sulle due estremità del convoglio. Frontalmente trovava spazio la fascia antinfortunistica rossa mentre la continuità cromatica era garantita da un sottile filetto giallo che, a dirla tutta, si trovava ad altezze diverse sulle locomotive rispetto alle carrozze.

Non era la sola incongruenza, visto che le E.464 mantenevano, chi più, chi meno, alcuni tratti dell'XMPR, non mancando vomeri e custodie dei fanali in verde. 

In diverse zone del convoglio era presente anche il volto di Leonardo da Vinci, con il suo ben noto disegno stilizzato.

I rotabili che la ricevettero furono 5 locomotive appartenenti al Gruppo E.464 (001÷005) e alcune carrozze UIC-X tra le quali altrettante Pilota al fine di garantire la reversibilità al convoglio. Naturalmente le intermedie erano prive di estremità gialle ma condividevano con pilota e locomotive dei curiosi disegni sulle fiancate che raffiguravano alcune persone in viaggio.

Proprio in virtù di questi disegni laterali, la livrea fu ben presto soprannominata dagli appassionati "pupazzetti" e con questa denominazione oggi, per estensione, si è soliti chiamare anche tutte quelle cromie poco tradizionali o pubblicitarie che contengono personaggi più o meno animati.

La prima livrea Leonardo Express viene abbandonata nel 2009 quando venne sostituita da quella Aeroportuale utilizzata dapprima sempre sulle E.464 con carrozze UIC-X, poi su alcuni Minuetto e attualmente su diversi Jazz in servizio non solo sull'aeroporto di Fiumicino ma anche su quello di Punta Raisi.

Nel mezzo, ci fu tuttavia un periodo di "interregno" durante il quale sia le macchine che le vetture furono utilizzate promiscuamente con altro materiale.

Tutt'altro che impossibile era dunque vedere composizioni miste Leonardo Express / XMPR, esattamente come avverrà anche per la seconda livrea aeroportuale assegnata sempre a locomotive e carrozze.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia